SPRAR “NEDA”

neda

neda

 

 

 

Il Progetto SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) è finanziato dal Ministero dell’Interno tramite il Fondo Nazionale per le Politiche ed i Servizi dell’Asilo e prevede l’accoglienza e la tutela dei richiedenti asilo, dei rifugiati e dei migranti che sono soggetti ad altre forme di protezione umanitaria.

Il Comune di Leverano è capofila del progetto territoriale denominato SPRAR NEDA rivolto all’accoglienza di nuclei familiari.

Il Progetto SPRAR si occupa di accoglienza, integrazione e tutela della persona.

I servizi di accoglienza comprendono:

  • l’inserimento in strutture di piccole dimensioni;
  • l’erogazione di buoni spesa per il vitto;
  • l’orientamento ai servizi del territorio;
  • il supporto di un mediatore linguistico;
  • la facilitazione nell’accesso ai servizi socio-sanitari ed educativi (corsi di italiano L2 per gli adulti, inserimento scolastico per minori).

I servizi di integrazione riguardano:

  • l’orientamento al lavoro;
  • l’inserimento in corsi di formazione;
  • di riqualificazione professionale;
  • un supporto nella ricerca lavoro e casa.

I servizi di tutela legale supportano il beneficiario nella procedura di richiesta di protezione internazionale, mentre i servizi di tutela psico-sociale facilitano l’accesso ai servizi socio-sanitari specialistici e un supporto entopsicologico/psichiatrico.

*Il Progetto, attivo dal 2014, prende il nome “Neda”, la studentessa uccisa da un miliziano mentre manifestava insieme al padre nelle vie di Teheran, diventata il simbolo della rivolta dell’opposizione iraniana e non solo.

SPRAR “CARMIANO SOLIDALE”

carmiano solidale

carmiano solidale

 

 

 

Il Progetto SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) è finanziato dal Ministero dell’Interno tramite il Fondo Nazionale per le Politiche ed i Servizi dell’Asilo e prevede l’accoglienza e la tutela dei richiedenti asilo, dei rifugiati e dei migranti che sono soggetti ad altre forme di protezione umanitaria.

Il Coune di Carmiano è capofila del progetto territoriale denominato SPRAR CARMIANO SOLIDALE rivolto all’accoglienza di minori stranieri non accompagnati.

Il Progetto SPRAR si occupa di accoglienza, integrazione e tutela della persona.

I servizi di accoglienza comprendono:

  • l’inserimento in strutture di piccole dimensioni;
  • l’erogazione di buoni spesa per il vitto;
  • l’orientamento ai servizi del territorio;
  • il supporto di un mediatore linguistico;
  • la facilitazione nell’accesso ai servizi socio-sanitari ed educativi (corsi di italiano L2 per gli adulti, inserimento scolastico per minori).

I servizi di integrazione riguardano:

  • l’orientamento al lavoro;
  • l’inserimento in corsi di formazione;
  • di riqualificazione professionale;
  • un supporto nella ricerca lavoro e casa.

I servizi di tutela legale supportano il beneficiario nella procedura di richiesta di protezione internazionale, mentre i servizi di tutela psico-sociale facilitano l’accesso ai servizi socio-sanitari specialistici e un supporto entopsicologico/psichiatrico.

Il progetto è attivo dal 2011

SPRAR “HOME”

home

home

 

 

 

 

Il Progetto SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) è finanziato dal Ministero dell’Interno tramite il Fondo Nazionale per le Politiche ed i Servizi dell’Asilo e prevede l’accoglienza e la tutela dei richiedenti asilo, dei rifugiati e dei migranti che sono soggetti ad altre forme di protezione umanitaria.

L’Unione di Comuni Union 3 è capofila del progetto territoriale denominato SPRAR HOME  rivolto all’accoglienza di persone con vulnerabilità di tipo psicologico.

Il Progetto SPRAR si occupa di accoglienza, integrazione e tutela della persona.

I servizi di accoglienza comprendono:

  • l’inserimento in strutture di piccole dimensioni;
  • l’erogazione di buoni spesa per il vitto;
  • l’orientamento ai servizi del territorio;
  • il supporto di un mediatore linguistico;
  • la facilitazione nell’accesso ai servizi socio-sanitari ed educativi (corsi di italiano L2 per gli adulti, inserimento scolastico per minori).

I servizi di integrazione riguardano:

  • l’orientamento al lavoro;
  • l’inserimento in corsi di formazione;
  • di riqualificazione professionale;
  • un supporto nella ricerca lavoro e casa.

I servizi di tutela legale supportano il beneficiario nella procedura di richiesta di protezione internazionale, mentre i servizi di tutela psico-sociale facilitano l’accesso ai servizi socio-sanitari specialistici e un supporto entopsicologico/psichiatrico.

Il progetto è attivo dal 2011

SPRAR “UNION 3″ 2017 – 2019

Il Progetto SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) è finanziato dal Ministero dell’Interno tramite il Fondo Nazionale per le Politiche ed i Servizi dell’Asilo e prevede l’accoglienza e la tutela dei richiedenti asilo, dei rifugiati e dei migranti che sono soggetti ad altre forme di protezione umanitaria.

L’Unione di Comuni Union 3 è capofila del progetto territoriale denominato SPRAR UNION 3 2017-2019 rivolto all’accoglienza di uomini appartenenti a c.d. categoria ordinaria.

Il Progetto SPRAR si occupa di accoglienza, integrazione e tutela della persona.

I servizi di accoglienza comprendono:

  • l’inserimento in strutture di piccole dimensioni;
  • l’erogazione di buoni spesa per il vitto;
  • l’orientamento ai servizi del territorio;
  • il supporto di un mediatore linguistico;
  • la facilitazione nell’accesso ai servizi socio-sanitari ed educativi (corsi di italiano L2 per gli adulti, inserimento scolastico per minori).

I servizi di integrazione riguardano:

  • l’orientamento al lavoro;
  • l’inserimento in corsi di formazione;
  • di riqualificazione professionale;
  • un supporto nella ricerca lavoro e casa.

I servizi di tutela legale supportano il beneficiario nella procedura di richiesta di protezione internazionale, mentre i servizi di tutela psico-sociale facilitano l’accesso ai servizi socio-sanitari specialistici e un supporto entopsicologico/psichiatrico.

Il progetto è attivo dal 2009.

Giornata Mondiale del Rifugiato 2014 Il Programma

cartolina retro

“l’Accoglienza è un valore e una prerogativa, da praticare SEMPRE, aldilà dell’emergenza!”

Il 20 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata del Rifugiato, istituita nel 2000 per ricordare la condizione di milioni di persone costrette a fuggire dai loro Paesi a causa di persecuzioni, torture, violazioni di diritti umani e conflitti.

In Italia è attivo dal 2001 il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR), composto da una rete di 128 enti locali che, con il prezioso contributo di oltre 200 realtà del terzo settore, attuano su tutto il territorio nazionale 151 progetti di accoglienza in favore di quanti arrivano in Italia per cercare protezione.

Cooperativa Sociale Rinascita in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, venerdì 20 giugno a Copertino dedica agli amici migranti e a tutta la cittadinanza una serie di appuntamenti pubblici che avranno come filo conduttore il tema delle migrazioni, la tutela del diritto d’asilo e l’accoglienza.

«L’obiettivo principale di COOPERATIVA RINASCITA insieme con SPRAR è consentire ai rifugiati di riconquistare l’autonomia perduta e riprendere in mano le redini della propria vita. Promuovendo allo stesso tempo la cultura dell’accoglienza nelle realtà cittadine. Proprio per questo la Giornata Mondiale del Rifugiato è un’occasione importante per realizzare Azioni di sensibilizzazione e di formazione».

Siete tutti invitati a  partecipare